X

Home - Chi siamo - Specialità - Testimonial - News / Eventi - Dove siamo - Contatti

Testimonial

Jaume Fabrega racconta la cucina catalana agli italiani.

Parlare di cucina catalana ad un italiano o ad un europeo non significherà molto poichè la Catalunya è stata espulsa dalla mappa per motivazioni storiche che fanno riferimento alla supremazia della Spagna in una lotta tuttora in corso, per un'indipendenza perduta e sempre agognata. Per questa storia tormentata a volte a noi italiani sfugge il perchè di questa contrapposizione. Va da se quindi che la cucina catalana sia per questi motivi poco conosciuta. Nonostante l'umanista Platina (Bartolomeo Sacchi di Piadena), nel secolo XV dicesse già che la cucina catalana fosse la prima al mondo, in quello stesso periodo i catalani elogiavano l'arte di bere vino in Italia. All'epoca di Platina, la cucina catalana diventa la prima dell'Europa e ne sono la prova  molte pubblicazioni eno-gastronomiche, compreso il libro del cuoco più importante della storia di Europa che esercitava alla corte di Napoli, nell'epoca in cui i Borgia portavano tutti i loro sapori a Roma. La sua continuità storica, come cucina nazionale, si mostra nel fatto che attualmente i primi cuochi del mondo sono Ferran Adrià, Joan Roca o Carme Ruscalleda.

La cucina catalana ha più accenti italiani, provenzali e francesi che non spagnoli: è la cucina del riso e della pasta, anche se interpretata con una forma diversa rispetto a come si cucina in Italia. La parola Paella è di origine catalana.
Alcuni piatti tipici sono: la Coca de recapte (focaccia catalana), la focaccia dolce o piatti di verdura come Faves ofegades (fave), spinaci con uva sultanina e pinoli e Trinxat de col i patata (cavolo e patate). Le salse più famose sono: Picada de fruits secs (salsa con frutta secca), Romesco, Allioli, Samfaina, ed importanti insalate come il Xatò o l'Esqueixada (baccalà crudo).
Tra i pesci i più conosciuti abbiamo: il Suquet, la Sarsuela, l'aragosta alla Catalana...come piatti di carne il Fricandò di vitello o l'anatra con le pere. La grande originalità di questa cucina è il “Mar i muntanya”, mare e monti, con piatti come: pollo con aragosta, polpettine di seppia e carne o piedi di maiale con gambero, anche piatti dolci e salati come la salsiccia dolce (con zucchero e limone), o le mele farcite con carne. I dolci più tipici sono: la crema catalana, mel i matò (miele e ricotta), è una pasticceria di una grande qualità che non si trova in Spagna. Completano il panorama culinario alcuni salumi che vengono considerati i migliori della penisola Iberica. Vini con DOP, prestigiosi come Priorat, Penedès, Empordà, Costers del segre o il Cava, spumante di origine catalana. Completano bevande o liquori come la Ratafia, a base di erbe e noce verde, e il Cremat, con rum e caffè.

http://jaumefabrega.blogspot.it/